Mark Sandland uccide figlia neonata: “Piange e non mi fa giocare ai videogame”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Luglio 2014 13:13 | Ultimo aggiornamento: 11 Luglio 2014 13:15
Mark Sandland uccide figlia neonata: "Piange e non mi fa giocare ai videogame"

Mark Sandland uccide figlia neonata: “Piange e non mi fa giocare ai videogame”

LONDRA – “Piangeva troppo, non mi faceva giocare ai videogame”. Mark Sandland ha ucciso per questo motivo la figlia di 1 mese che gli impediva di giovare ad Assassin’s Creed 3. L’uomo ha scosso la bimba, di appena 5 settimane, tanto forte da causarne la morte.

Quando Sandland si è accorto di aver esagerato con la bimba ha chiamato l’ambulanza, sostenendo che la piccola avesse avuto un attacco epilettico. I medici però hanno subito capito le cause della morte e gli investigatori hanno scoperto che l’uomo prima di chiamare l’ambulanza stava giocando al videogame e cercando su internet consigli su come portare avanti le missioni del gioco.

La piccola è arrivata in ospedale in condizioni disperate: aveva diversi ematomi sul corpo, una contusione cerebrale e danni al cuore e ai polmoni. Dopo 4 giorni di agonia in ospedale la bambina è morta.

La madre della neonata l’aveva lasciata con il padre per seguire una lezione all’università e proprio poco prima della tragedia aveva contattato il compagno per sapere come stava la bimba