Marò, giudice malato: udienza al tribunale dell’Aja slitta a data da destinarsi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 settembre 2018 12:23 | Ultimo aggiornamento: 28 settembre 2018 12:23

Marò, giudice malato: udienza al tribunale dell’Aja slitta a data da destinarsi

ROMA – L’udienza prevista per il 22 ottobre per i marò al Tribunale arbitrale internazionale dell’Aja è slittata a data da destinarsi a causa della malattia di uno dei giudici. Un “problema di salute inaspettato” ha comunicato la Corte permanente di arbitrato, aggiungendo che una nuova data per l’inizio dell’udienza sarà fissata a tempo debito in consultazione con le parti, Italia e India. 

L’udienza finale dell’arbitrato, che deve stabilire chi tra Italia e India abbia la giurisdizione per processare i due marò, doveva cominciare il 22 ottobre all’Aja e terminare il 3 novembre. La sentenza attesa entro sei mesi. Con il rinvio a data da destinarsi, si allungano dunque i tempi della vicenda che vede coinvolti i due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, accusati di aver ucciso due pescatori indiani in un’operazione antipirateria il 15 febbraio 2012.

Il Tribunale arbitrale è composto da cinque giudici, ma non è noto al momento quale sia il membro con problemi di salute, né i tempi previsti. La Corte dell’Aja assicura che ulteriori informazioni sul caso dei due marò verranno rese note sul proprio sito non appena saranno disponibili.