Marsiglia, spara e accoltella i passanti in strada: aggressore ucciso dalla polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 febbraio 2019 19:21 | Ultimo aggiornamento: 19 febbraio 2019 20:04
Marsiglia, spara e accoltella passanti: polizia uccide aggressore

Marsiglia, spara e accoltella i passanti in strada: aggressore ucciso dalla polizia

PARIGI – Ha iniziato ad accoltellare alcuni passanti, poi ha aperto il fuoco seminando il panico per le strade di Marsiglia il 19 febbraio. Un uomo è stato neutralizzato dalla polizia, che ha sparato all’aggressore e l’ha ucciso. Il bilancio della sparatoria sarebbe di due feriti, ricoverati in ospedale, di cui uno in condizioni gravi.

Secondo una prima ricostruzione, l’aggressore ha colpito sulla Caneberie, nel pieno centro della città francese. L’uomo non era schedato per terrorismo, ma ha un passato di criminalità comune. In particolare, era stato condannato per omicidio, secondo quanto si apprende da fonti dell’inchiesta.

Al momento non emergono moventi per il gesto, commesso in pieno centro a due passi dalla Canebiere, in rue de Rome. Secondo il quotidiano locale La Provence, l’uomo ha aggredito 4 passanti, ferendone due, uno in modo grave ma la vittima non è in pericolo di vita.

I poliziotti, subito accorsi, hanno cominciato un inseguimento ma, secondo le prime ricostruzioni, l’uomo ha estratto una pistola e ha fatto fuoco contro l’auto degli agenti. I poliziotti avrebbero allora reagito ferendolo in modo grave. Poco più tardi, trasportato all’ospedale, l’uomo è deceduto. 

Il procuratore di Marsiglia ha definitivamente escluso ogni movente terroristico nell’azione dell’individuo che, oggi pomeriggio, ha accoltellato alcune persone in pieno centro prima di essere ferito a morte dalla polizia. L’uomo sarebbe un pregiudicato di 36 anni, senza domicilio fisso, noto per diversi reati. Aveva scontato 14 anni di carcere per aver ucciso il padre.