Marzena Kowalski, partorisce e annega il figlio nel wc. “Sarei stata licenziata”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2014 12:51 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2014 12:51
Marzena Kowalski, partorisce e annega il figlio nel wc. "Sarei stata licenziata"

Marzena Kowalski, partorisce e annega il figlio nel wc. “Sarei stata licenziata”

ROMA – Ha partorito un bambino nel bagno di casa e poi lo ha affogato nel wc. Il motivo? Aveva paura di essere licenziata. La storia viene dalla Polonia, protagonista una 30enne di nome Marzena Kowalski.

La donna in un primo momento aveva raccontato di aver avuto un aborto spontaneo, ma le indagini sono iniziate subito con un’autopsia. Gli esami hanno rivelato che il neonato è morto per annegamento: era dunque nato sanissimo.

La donna a quel punto ha confessato: il suo cruccio era il rischio di perdere il lavoro. Il suo capo infatti le aveva detto più volte, in passato, che l’avrebbe licenziata se fosse rimasta incinta. Nessuno dei colleghi si è accorto della gravidanza, nascosta per tutti i nove mesi.