Cronaca Europa

Monaco si allarga: recupera terra dal mare per…appartamenti di lusso

principato-monaco

Monaco si allarga: recupera terra dal mare per…appartamenti di lusso

MONACO – Il Principato di Monaco ha in programma di bonificare  sei ettari di terra dal mare, affinché al paradiso fiscale possano aggiungersi altre migliaia di milionari. Il progetto, che prevede un costo di circa 2 milioni di euro, fornirà appartamenti di lusso in un momento in cui la richiesta di alloggi ha raggiunto il picco: le abitazioni disponibili nel Principato, infatti, sono ormai tutte occupate.

A dare il via libera alla costruzione è stato il principe Alberto II, che si è detto d’accordo a recuperare la terra dal mar Mediterraneo per costruire più abitazioni, così che si possano accogliere chi abbia intenzione di trasferirsi nel principato, scrive il Daily Mail.

Si stima che entro il 2026 ad aggiungersi ai residenti saranno altri 2.700 multimilionari che, al momento, proprio a causa della carenza di unità abitative, dovranno aspettare per cambiare residenza. La costruzione è già iniziata sul “progetto di estensione urbana dell’offshore”, come riportato da Monaco Matin, che aggiungerà altri 6 ettari di terreno a quello presente.

Lo schema consentirà la costruzione di 120 appartamenti di lusso, del prezzo di circa 80.000 euro al kmq; nonostante l’alto costo, il nuovo quartiere ecologico di Porter Cove, realizzato dalla società di costruzioni Bouygues, è visto come vitale per la crescita di Monaco e sarà situato vicino al casino di Montecarlo.

L’azienda ha adottato ulteriori misure per preservare la la fauna selvatica nel Mediterraneo, incluso lo spostamento in una nuova riserva  di specie importanti e la creazione di una barriera artificiale per gli animali che rimarranno. Per costruire le fondamenta, si dice che Bouygues importerà centinaia di migliaia di tonnellate di sabbia dalla Sicilia per crear terra asciutta, come riportato dal The Telegraph.

Philippe Bonnave, presidente e amministratore delegato di Bouygues Construction, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di avere l’opportunità di partecipare allo sviluppo del Principato di Monaco,  attraverso questo nuovo progetto di bonifica che creerà sei ettari di spazio abitabile, soddisfacendo le più alte ambizioni in materia di sviluppo sostenibile e protezione ambientale”.

Il progetto prevede la costruzione di un eco-quartiere costituito principalmente da abitazioni, strutture pubbliche, un’estensione del Forum Grimaldi, un parcheggio pubblico, un porto turistico, un parco paesaggistico, un lungomare e una passerella ombreggiata e piantumata che percorrerà un giardino giapponese.

Edward de Mallet Morgan, primo socio della Knight Frank, ha detto al  Guardian   che il divario tra domanda e offerta ha spinto i prezzi  alle stelle: “La domanda di case sul lungomare è così alta che sia gli acquirenti che i loro consulenti fiscali, non si lasceranno certo fermare dal prezzo”, ha spiegato Morgan.

A primeggiare nel Principato come residenti, data l’affiliazione della città con lo sport, sono le star di Formula1: Lewis Hamilton, David Coulthard e Jenson Button. Anche Novak Djokovic, i cantanti Shirley Bassey e Bono, gli uomini d’affari Philip Green e sua moglie Tina e Mohamed Al Fayed,  hanno scelto la lussuosa città come residenza.

To Top