Monte Neme, tuffo nel lago cristallino per fare foto da Instagram: è tossico, ricoverati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Luglio 2019 13:43 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2019 13:43
Monte Neme turisti nel lago tossico

Monte Neme, turisti si tuffano nel lago tossico (Foto da Instagram)

ROMA – Un tuffo in un lago dalle acque azzurre cristalline per fare delle foto perfette per Instagram. Questa l’idea di due turisti finiti in ospedale dopo un bagno nel lago sul Monte Neme, le cui acque dal colore cristallino sono in realtà tossiche, data la vicina cava abbandonata che un tempo era una miniera di tungsteno.

I due turisti erano arrivati al lago tossico che si trova sul Monte Neme, nella Chernobyl della Galizia in Spagna. Inconsapevoli che nel lago fossero disciolte sostanze tossiche, hanno fatto il bagno e si sono intossicati. Appena usciti dall’acqua, con qualche foto per Instagram, hanno accusato eritemi su tutto il corpo, vomito e diarrea e sono stati ricoverati in ospedale.

Secondo quanto riferito dai media locali spagnoli, e riportato da Indipendent, sono state diverse le persone finite in ospedale nelle ultime settimane con danni alla pelle e all’apparato digerente. Un medico dell’ospedale di Coruña ha deciso di avvertire i rischi che corrono i turisti che si tuffano nel lago tossico: per una breve esposizione all’acqua, irritazione agli occhi e alla pelle, ma se si ingeriscono le tossine si rischiano problemi seri anche all’apparato digerente, come vomito e diarrea. (Fonte Indipendent)