Morso da un ragno mentre lavora: medici costretti ad amputargli la gamba

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 maggio 2018 8:34 | Ultimo aggiornamento: 11 maggio 2018 8:34
falsa vedova nera

Morso da un ragno mentre lavora: medici costretti ad amputargli la gamba

ROMA – Un uomo è stato morso da un ragno mentre stava lavorando e i medici sono stati costretti ad amputargli la gamba. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, Ladyblitz – Apps on Google Play] “Il dolore era così lancinante che ho minacciato i medici con una motosega”. La vita di Andy Perry, 46 anni, è cambiata per sempre nel giro di poche ore: poco prima stava lavorando a una staccionata in un giardino di Thorpe Astley, nel Regno Unito, poco dopo era piegato in due dal dolore a causa di un morso di una falsa vedova nera. Il ragno gli ha provocato un’infezione tale da far optare i dottori per l’amputazione della gamba destra.

L’uomo, riporta il Mirror, dopo aver lavorato a una staccionata nel giardino di un’abitazione, una volta tornato a casa aveva iniziato a stare male. “Stavo badando ai miei figli di 8 e 5 anni, ma non mi sentivo bene. L’indomani mi sono svegliato con un dolore alla parte bassa della schiena e ho trascorso il weekend a vomitare. Sono andato da un medico che mi ha dato un antibiotico e mi ha rispedito a casa: sono quasi morto per la sepsi. Quando sono arrivato in ospedale avevo un’insufficienza renale e un’infezione terribile: sono rimasto ricoverato per una settimana, ma i dolori erano allucinanti”.

Dalle analisi del sangue è emerso che a morderlo possa essere stato una falsa vedova nera. “I segni delle punture erano appena sopra la linea del calzino – ha detto Andy – L’unica cosa che posso pensare è che il ragno mi abbia morso velocemente dopo che lo avevo sfiorato”.

Dopo giorni di dolori lancinanti, Andy è tornato in ospedale: “Ho minacciato i chirurghi che mi sarei tagliato la gamba con una motosega. Volevano attendere per l’amputazione, ma io non ce la facevo più. La gamba è stata tagliata il 13 marzo scorso, ora dovrebbe essere guarita, ma ho avuto una seconda infezione e quindi sono tornato in sala operatoria il 27 aprile. Adesso devo pensare a far rimarginare la ferita per poi mettere una protesi e riuscire a tornare a lavorare. Abbiamo vissuto con lo stipendio di mia moglie, ora spero di poter raccogliere dei fondi per rendere il mio giardino accessibile con la sedie a rotelle. Voglio tornare a giocare con i miei figli”.

Negli ultimi anni il Regno Unito ha visto un incremento di questa tipologia di ragni a causa dell’aumento delle temperature. Questo ragno è solitamente innocuo e non mortale, a differenza di quello della “cugina” vedova nera che può uccidere in poche ore.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other