Mosca, accoltella due persone in una chiesa ortodossa e viene arrestato

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Febbraio 2020 16:24 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2020 16:24
polizia russia ansa

Mosca, accoltella due persone in una chiesa ortodossa e viene arrestato. Nella foto Ansa la polizia russa

MOSCA  – Un aggressore ha ferito due persone in una chiesa ortodossa di Mosca con un coltello oggi, domenica 16 febbraio, prima di essere arrestato. Lo ha reso noto la polizia, sottolineando che il fatto non è considerato terrorismo.

L’uomo è corso all’altare della chiesa nel centro di Mosca e ha pugnalato due assistenti del prete. Entrambi gli uomini sono già usciti dall’ospedale. L’aggressore, un giovane di 26 anni, è stato bloccato dai parrocchiani che lo hanno trattenuto fino all’arrivo della polizia.

La portavoce del ministero degli Interni Irina Volk ha affermato che la polizia ha avviato un’indagine su teppismo e violenza. Negli ultimi anni in Russia ci sono stati diversi attacchi con il coltello in luoghi pubblici, alcuni rivendicati dal gruppo dello Stato islamico, ma nessuno è stato ufficialmente trattato come un caso di terrorismo.

Sempre in Russia, un papà malato terminale di cancro ha ucciso il figlio di 13 anni perché non voleva che restasse solo. Tutto è successo a Mosca nei giorni scorsi. L’uomo, Oleg Drachev, ha un tumore terminale al cervello e ha ucciso il figlio perché temeva che sua moglie non sarebbe stata in grado di crescerlo da sola. 

Fonte: Ansa