Mosca, smartphone in carica cade nella vasca: Anastasia muore folgorata a 20 anni

di Caterina Galloni
Pubblicato il 11 aprile 2019 6:30 | Ultimo aggiornamento: 10 aprile 2019 20:36
mosca carica batteria vasca

Mosca, smartphone in carica cade nella vasca: Anastasia muore folgorata a 20 anni (foto Ansa)


MOSCA – La ventenne Anastasia è morta folgorata mentre stava facendo il bagno. Colpa di uno smartphone in ricarica. E’ accaduto a Mosca: a scoprire il corpo senza vita della giovane è stata la mamma Oksana, 48 anni, quanto è tornata dal lavoro. 
 
Secondo i media russi, la mamma sconvolta pensava che la figlia fosse svenuta ma viva. “Ho chiamato l’ambulanza ma quando sono arrivati i paramedici hanno solo potuto constatare il decesso”. 
 
In Russia è il quinto caso nell’arco di un anno in cui ragazzi e ragazze muoiono allo stesso modo. Di recente, Yulia Vysotskaya, 14 anni, di Cheboksary, è morta perché lo smartphone è caduto nella vasca.  
 
A Bratsk, Siberia, Irina Rybnikova, 15 anni, campionessa di arti marziali, a dicembre è morta folgorata per aver usato il telefono in ricarica sempre mentre era nella vasca. 
 
Stessa modalità di decesso per la dodicenne Kseniya che ascoltava musica mentre faceva il bagno ed ha subìto uno choc elettrico, nel villaggio di Bolshoe Gryzlovo a Serpukhovsky, vicino a Mosca.
 
Yury Agrafonov, capo del dipartimento di radio-elettronica della Irkutsk State University, dopo la morte di Irina ha dichiarato:”L’acqua è un buon conduttore. E’ per questo che quando il telefono è caduto nella vasca c’è stato un corto circuito. Se non fosse stato collegato a 220 volt, la tragedia non sarebbe accaduta”.
 
Fonte: Daily Star