“Murdoch paga un milione di sterline per far tacere vittime di intercettazioni illegali” (The Guardian)

Pubblicato il 9 Luglio 2009 2:16 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2009 2:16

Il gruppo editoriale che fa capo al magnate australiano Rupert Murdoch ha pagato più di un milione di sterline in patteggiamenti extragiudiziali. Lo ha scritto, sul proprio portale, il quotidiano britannico “The Guardian” (lo stesso che, martedì, ha attaccato l’Italia e Berlusconi).

Il titolo dell’articolo è eloquente: “I giornali di Murdoch pagano un milione di sterline per chiudere la bocca alle vittime di intercettazioni telefoniche”. Il pagamento è stato fatto per “appianare cause legali in cui le vittime minacciavano di rivelare le prove di ripetuti coinvolgimenti di giornalisti del gruppo nell’uso di metodi criminosi per ottenere le informazioni”.

Almeno tre delle cause “appianate”, se fossero finite in tribunale, avrebbero fatto emergere il fatto che alcuni giornalisti del “gruppo Murdoch” si sono rivolti a investigatori privati per raccogliere le informazioni necessarie, ottenendo illegalmente l’accesso a informazioni personali, anche fiscali e bancarie di alcuni personaggi pubblici.