Neonazisti degli “omicidi del kebab” dietro 849 morti ammazzati in Germania?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2013 20:32 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2013 20:32
Neonazisti degli "omicidi del kebab" dietro 849 morti ammazzati in Germania? Processo ad alcuni membri del gruppo neo nazista NSU a Monaco, Germania

Beate Zschaepe, capo dei nazi Nsu, responsabili di 10 “omicidi del kebab” (Ap-LaPresse)

BERLINO – Avviata un’inchiesta in Germania per capire se ci sono i neonazisti dietro gli 849 morti ammazzati in 746 casi di omicidio irrisolti fra il 1990 (anno della riunificazione) e il 2011, anno in cui è stata scoperta la cellula neonazista Nationalsozialistischer Untergrund (Nsu), quella degli “omicidi del kebab” ritenuta responsabile di 10 assassinii fra il 2000 e il 2007.

La notizia, data in anteprima dal quotidiano Neue Osnabruecker Zeitung, è stata confermata dal ministro dell’Interno tedesco Hendrik Loerges.

Scrive Repubblica:

“Da allora sono state riviste le modalità dei servizi segreti tedeschi di approcciarsi ai reati legati ai gruppi di estrema destra ed è stata avviata una analisi degli oltre 3.300 casi irrisolti di omicidio e tentato omicidio. Questa analisi ha portato appunto all’individuazione dei 746 casi sui quali indagare ulteriormente. Ricercatori indipendenti e attivisti anti razzismo criticano da tempo i criteri usati dalle autorità tedesche per classificare un reato come motivato o meno da ideologia neonazista; attualmente, nel periodo di 21 anni dalla riunificazione della Germania a oggi, sono 63 i casi di reati classificati come motivati da ideologia neonazista”.