Cronaca Europa

Nicola Cross accoltellata e uccisa per salvare i figli: il marito al telefono ascolta il massacro

Nicola Cross accoltellata e uccisa per salvare i figli: il marito al telefono ascolta il massacro

Nicola Cross accoltellata e uccisa per salvare i figli: il marito al telefono ascolta il massacro

LONDRA – Ha ricevuto una telefonata dalla moglie e ha ascoltato in diretta il suo omicidio. Nicola Cross, 37 anni, è stata massacrata a colpi di coltello da uno sconosciuto che voleva rapire i loro figli. La donna ha lottato con tutte le sue forze, ma è morta sotto la violenza del suo aggressore, che l’ha colpita 10 volte. L’omicidio risale al 2015, ma ora l’assassino ha confessato il delitto, dichiarando di aver agito perché alcune voci nella sua testa gli dicevano di farlo.

A raccontare il processo nei confronti di Marcin Porczynski, accusato dell’omicidio di Nicola Cross, è il sito Metro. L’omicidio è avvenuto il 14 settembre 2015 nell’Hertfordshire, in Gran Bretagna, quando l’uomo, che soffre di schizofrenia paranoide, si è avvicinato ai figli della sua vittima per rapirli. L’uomo voleva portare i bambini con sé e Nicola si è opposta con tutte le sue forze, chiamando al telefono il marito per chiedere aiuto disperata.

Proprio mentre era al telefono, è emerso durante il processo, Porczynski ha iniziato ad accoltellarla. Per dieci volte ha affondato la lama nella carne della sua vittima, fino ad ucciderla. Al marito, dall’altro capo del telefono, non è rimasto nulla da fare che ascoltare le strazianti grida di aiuto della moglie e poi il silenzio.

 

L’uomo è stato poi arrestato prima che riuscisse a fuggire con i bambini. Al giudice l’imputato ha detto di aver tentato di rapire i figli di Nicola Cross e di averla uccisa perché le voci nella sua testa gli dicevano di farlo. Il killer pensava che i piccoli fossero in pericolo e che il “sacrificio” della madre li avrebbe salvati.

To Top