Cronaca Europa

Non sopporta la moglie e va a vivere in un bosco per 10 anni

non-sopporta-moglie

Non sopporta la moglie e va a vivere in un bosco per 10 anni (Nella foto, Malcolm Applegate)

LONDRA – Non sopportava più la moglie: così, anziché chiedere il divorzio o lasciarla, è scomparso nei boschi per dieci anni, senza dare più notizia di sé a nessuno, e lasciando che tutti (parenti e amici compresi) lo credessero morto. Ma adesso è ritornato e ha raccontato la sua storia.

La storia è quella di Malcolm Applegate, un giardiniere inglese di 62 anni, che dieci anni fa, dopo tre anni di matrimonio, ha lasciato Birmingham, dove viveva con la moglie, per sparire tra i boschi di Kingston, e lavorare come giardiniere in un vicino centro per anziani. Fino a quando non ha deciso di ritornare allo “scoperto”, andare a vivere in un rifugio per senzatetto e raccontare quel che aveva fatto. 

 

“Prima di diventare un membro di Emmaus Greenwich (il rifugio per senzatetto, ndr), sono stato un giardiniere a Farnborough per 25 anni felici. Mi piaceva molto il lavoro e mi piace tutt’ora. Poi mi sono sposato…Da allora la mia vita è diventata sempre più triste. Più lavoravo e più mia moglie si arrabbiava. Non voleva che stessi fuori casa per troppo tempo. La sua voglia di controllarmi le è cominciata a sfuggire di mano. Mi ha chiesto di ridurre le mie ore di lavoro. Così, non ho retto e sono scappato. Senza dire niente a nessuno, nemmeno alla mia famiglia d’origine. Me ne sono andato per 10 anni. Mi sono accampato in un bosco vicino a Kingston. Quel posto è diventato la mia casa. Lavoravo come giardiniere in un centro per anziani lì vicino. Mi piaceva molto la mia vita. Poi, tramite un amico, ho saputo di Emmaus. Sono andato al rifugio per un colloquio e mi sono trasferito immediatamente”.

Adesso Applegate ha riabbracciato la sorella, ma continua la sua nuova vita, tra giardinaggio e volontariato, ben lontano dalla moglie.

To Top