A 92 anni non le vendono il whisky senza la carta d’identità

Pubblicato il 28 ottobre 2011 19:09 | Ultimo aggiornamento: 28 ottobre 2011 19:09

ESSEX – Una commessa troppo diligente si è rifiutata di vendere alcohol a una donna di 92 anni perché non era in grado di provare la sua maggiore età. Diane Taylor, di Essex, voleva acquistare una bottiglia di whisky per suo figlio ma le è stato chiesto di mostrare la sua carta d’identità.

“Sembrava così sciocco che credevo che la cassiera volesse farmi un complimento” ha detto l’anziana signora. Ma poi ha realizzato che non c’era nulla di cui scherzare: ha rivoltato il portafogli tirando fuori l’abbonamento dell’autobus, la carta donatori di sangue, la carta fedeltà, ma non c’è stato verso. La comessa ha insistito, voleva una prova dell’età.

Una portavoce del supermercato si è scusata ma ha ribadito che lo staff non è autorizzato a vendere alcol senza previa visione di un documento che attesti l’età del consumatore.