Nutella, sospesa produzione stabilimento in Francia per “anomalie nel livello di qualità”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 febbraio 2019 6:23 | Ultimo aggiornamento: 22 febbraio 2019 1:07
nutella ansa

Nutella, sospesa produzione stabilimento in Francia per “anomalie nel livello di qualità”

PARIGI – La Ferrero ha deciso di “sospendere temporaneamente”, “per precauzione”, la produzione nel più grande stabilimento di Nutella al mondo, a Villers-Ecalles nel nord della Francia, dopo che controlli interni hanno individuato “un difetto di qualità” nella produzione di “Nutella e Kinder Bueno”.

“Per ora – ha fatto sapere l’azienda – possiamo dire che nessun prodotto attualmente sul mercato è stato colpito dalla situazione e la fornitura ai nostri clienti continua senza interruzioni”. “I risultati” degli esami condotti nello stabilimento in Normandia “saranno resi noti entro la fine della settimana e ci permettono di adottare misure correttive”, ha aggiunto. 

La temporanea chiusura del sito di Villers-Ecalles, in Normandia (nord della Francia), consentirà le necessarie indagini e analisi i cui risultati saranno noti entro fine settimana. Secondo quanto riferito da Nutella France ai media francesi, l’anomalia è stata riscontrata dai controlli interni di qualità in uno dei prodotti che entrano nella composizione delle confezioni di Nutella e di Kinder Bueno.

Intanto la Ferrero fa sapere che sono aumentate del 3,5% (6,8% a tassi costanti) le vendite del Gruppo, che ha approvato il bilancio consolidato al 31 agosto 2018 con un fatturato di 10,7 miliardi di euro (+2,1% rispetto all’anno precedente).

Germania, Francia, Italia, Polonia, Uk e Usa i mercati trainanti per il colosso della Nutella, prodotto quest’ultimo che ha maggiormente contribuito al fatturato con Ferrero Rocher, Kinder Joy, Kinder Bueno e Kinder Cioccolato.

Costituito da 94 società consolidate a livello mondiale e 25 stabilimenti produttivi, il Gruppo di Alba (Cuneo) è presente coi suoi prodotti in oltre 170 Paesi. Gli investimenti sostenuti nello sviluppo tecnologico hanno raggiunto i 673 milioni di euro, di cui 596 milioni in immobili, impianti e macchinari i Italia, Germania, Canada, Polonia e Belgio. Il Gruppo continua a investire anche in Lussemburgo, dove si sta costruendo il nuovo Headquarter. Quanto all’organico, i dipendenti al 31 agosto erano 35.146, oltre 600 in più rispetto all’anno precedente.