Ordina all’amante via Skype di annegare la figlia: accusato di omicidio

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 gennaio 2014 19:06 | Ultimo aggiornamento: 4 gennaio 2014 19:06

skypeOSLO – Un uomo inglese di 35 anni è stato accusato di omicidio a Oslo per aver ordinato alla sua amante, via Skype, di uccidere la bambina della donna di soli 12 mesi. Ammaz Qureshi è stato estradato in Norvegia e lì dovrà rispondere alle accuse.

L’uomo aveva una relazione con la giovane mamma norvegese iniziata quando la donna viveva a Londra. Dopo il suo ritorno a Oslo la relazione è comunque proseguita tramite videochat via Skype e sms. Ma Qureshi aveva manifestato più volte di non gradire i pianti e i capricci della bambina.

Durante una videoconversazione di ottobre 2010 l’uomo avrebbe ordinato alla sua amante di infilare la testa della piccola in un catino pieno d’acqua per farla smettere di piangere. La mamma ha eseguito l’ordine, ma la bimba ha perso conoscenza ed è morta in ospedale il giorno successivo. Ora Qureshi dovrà rispondere di omicidio.