Oxford: Sir Jonathan Bate si dimette da rettore dopo le minacce a lui e alla moglie

di Caterina Galloni
Pubblicato il 17 marzo 2019 6:49 | Ultimo aggiornamento: 15 marzo 2019 18:59
A Oxford: Sir Jonathan Bate si dimette da rettore dopo le minacce a lui e alla moglie

Oxford: Sir Jonathan Bate si dimette da rettore dopo le minacce a lui e alla moglie (nella foto Ansa, Shakespeare, di cui Bate è uno dei massimi studiosi)

ROMA – Veleni a Oxford: Sir Jonathan Bate, rettore del Worcester College, uno dei college costituenti l’Oxford University, è stato costretto a dare le dimissioni a causa di 17 lettere anonime diffamatorie spedite a lui e alla moglie Paula Byrne, scrittrice di successo.

Bate, famoso studioso di Shakespeare, descriveva il suo lavoro come “il migliore al mondo” ma in seguito a una campagna denigratoria per cui insieme alla moglie sono stati costretti a rivolgersi alla polizia, ha deciso di abbandonare la carica.

In un articolo pubblicato sul Daily Mail, il giornalista Sebastian Shakespeare, scrive che annunciando la sua decisione agli studenti, Sir Bate ha raccontato un’altra storia: ha sottolineato che il “ruolo di rettore ha messo a dura prova la vita familiare” e “rallentato la mia attività accademica e diminuito le opportunità di insegnamento”.

Il mandato di otto anni come rettore è durato meno della metà del predecessore ed è il più breve nella storia del college frequentato da studenti illustri, tra cui il magnate dei media Rupert Murdoch. La prima lettera anonima è arrivata tre anni fa, appena assunto la carica, e come tutte le altre seguenti erano scritte a macchina, sulla busta c’era il timbro postale del Midlands e la dicitura “Privata e riservata”.  

Lettere al veleno:”Ti prego, ti prego, fai qualcosa riguardo a tua moglie” definita “a malapena alfabetizzata” e “patologicamente vanesia”.  In un’altra missiva, c’era scritto che Paula sembrava “una trans” e veniva derisa per l’educazione da proletaria di Liverpool nonché per la sua istruzione. Tutte le 17 lettere, secondo la polizia, era scritte da una donna, che in passato aveva conosciuto Bate o Byrne. 

Fonte DailyMail.