Parigi, fuga di gas: esplode panificio nel quartiere dell’Opera. morti 2 pompieri, grave una italiana FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 gennaio 2019 16:22 | Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2019 19:26
Parigi, esplosione in una boulangerie nel quartiere dell'Opera: palazzo in fiamme, ci sono feriti

Parigi, esplosione in una boulangerie nel quartiere dell’Opera: palazzo in fiamme, ci sono feriti

PARIGI – Una fortissima esplosione ha scosso l’intero quartiere dell’Opera a Parigi. E’ accaduto intorno alle 9 di sabato mattina, ci sono 2 morti e molti feriti. Tra quelli gravi, secondo quanto si apprende, ci sarebbe anche un’italiana. Ferito anche, ma in modo lieve, un videomaker della trasmissione “Cartabianca”, Valerio Orsolini. La Farnesina sta verificando la presenza di altri cittadini italiani. 

La deflagrazione, dovuta ad una fuga di gas, è avvenuta in una boulangerie in rue de Trevise, non lontano dal teatro Folie Bergere. Un palazzo è andato a fuoco. 

Sul posto erano già al lavoro alcuni pompieri, allertati per la fuoriuscita di gas che ha portato a un incendio e poi all’esplosione distruggendo il pianterreno del palazzo e facendo saltare i vetri delle finestre degli edifici adiacenti. Almeno tre di loro sono rimasti feriti.

Secondo un primo bilancio nell’esplosione sono morti 2 pompieri e nessun civile, come inizialmente riferito. Dieci feriti versano in gravi condizioni e altri 37 sono feriti in modo lieve. Circa otto auto parcheggiate sono carbonizzate. Il quartiere è blindato, mentre i vigili del fuoco stanno sgomberando tutti gli immobili a rischio. 

In un tweet, la prefettura invita ad “evitare l’area e lasciare il passaggio ai veicoli di soccorso”. Secondo le prime troupe tv arrivate sul posto ci sarebbero anche un morto.

“Dormivamo tutti e c’è stato un rumore, pensavamo fosse un terremoto”, racconta un giovane che abita nella strada adiacente, rue Montyon. “Siamo andati giù e abbiamo visto un edificio in fiamme”, aggiunge il fratello. “Sono stato svegliato dall’esplosione”, racconta Claire Sallavuard che vive nell’edificio in cui si trova la pasticceria. “Tutte le finestre dell’appartamento sono esplose, tutte le porte che erano aperte sono uscite dai cardini, per lasciare la stanza ho dovuto camminare sulla porta, i bambini sono stati presi dal panico, non potevano uscire dalla loro camera”, ha aggiunto. La famiglia è stata messa in salvo con una scala dei vigili del fuoco dal primo piano. 

Sulle strade, diversi turisti, con valigie in mano, hanno lasciato i numerosi hotel della zona. Altri, invece, sono piombati sui marciapiedi ancora in pigiama. Intorno alle 10 si sono recati sul luogo anche il ministro dell’Interno, Christophe Castaner, e il procuratore di Parigi, Re’my Heitz.

Una giornata di caos per la capitale francese che oggi dovrà affrontare un’altra mobilitazione dei gilet gialli: questa mattina si sono ritrovati davanti al ministero dell’Economia, a Bercy, rispondendo all’appello di uno dei leader, Eric Drouet. Dovrebbero sfilare dal ministero fino all’Arco di Trionfo, tagliando in due la città. Altro raduno è previsto al quartiere della Défense. Circa 5mila i poliziotti schierati.