Parigi, nuovo black out contro riforma pensioni. Sindacato Egt rivendica, ira di Macron

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 Gennaio 2020 15:09 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2020 15:09
Parigi, nuovo black out contro riforma pensioni. Sindacato Egt rivendica, ira di Macron

Passeggeri lasciano l’aeroporto di Orly (Foto archivio Ansa)

PARIGI – Ancora black out a Parigi contro la riforma delle pensioni. Questa volta a staccare la corrente è stato il sindacato di CGT Energie della Val-de-Marne, che sulla sua pagina Facebook ha rivendicato il sabotaggio avvenuto martedì mattina nella zona dell’aeroporto di Orly e i mercati generali di Rungis, a sud di Parigi. Furiosa la reazione del presidente Emmanuel Macron che giudica il gesto “scandaloso” e “irresponsabile. Mentre il gestore della rete elettrica ha annunciato che farà causa al sindacato.

L’obiettivo, ha spiegato il segretario generale di Cgt Sébastien Menesplier, è quello di “colpire l’economia e mostrare la mobilitazione contro la riforma delle pensioni”. Il sindacato spera di “passare ad una velocità superiore dopo la mobilitazione del 9 gennaio e andare via via crescendo fino al 24 gennaio”, giorno in cui la riforma verrà presentata in consiglio dei ministri.

“Nel settore dell’energia – prosegue il sindacalista – la lotta non cala, abbiamo recensito 30 mila scioperanti, contro 60 mila all’apice della mobilitazione, tra il 5 e il 9 dicembre”. Quanto ai tagli, il sindacato si assume tutte le “conseguenze”, tra cui le denunce di Enedis, il gestore della rete elettrica di Francia, ha precisato. Secondo lui, il black out di questa mattina ha colpito l’OrlyVal, il treno automatico che collega l’aeroporto di Orly, ma “non la torre di controllo”, del secondo scalo di Francia dopo lo Charles-de-Gaulle. Colpiti dallo stop della corrente elettrica, poi rapidamente ripristinata dai tecnici di Enedis, anche diversi comuni dell’hinterland parigino, oltre a Orly e Rungis, anche Thiais, Wissous e Anthony.

Fonte: Ansa