Parigi scarlatta, massima allerta nelle zone rosse: da domani bar chiusi per 15 giorni. Ma la città non si ferma

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Ottobre 2020 13:17 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2020 13:17
parigi scarlatta, bar chiusi

Parigi scarlatta, massima allerta: bar chiusi (Ansa)

La stretta delle regole sanitarie su Parigi – passata da ieri sera in Zona di Massima Allerta (rosso scarlatto sulle cartine) – “rimarrà in vigore 15 giorni”.

Parigi scarlatta, 15 giorni di restrizioni al termine dei quali sarà fatta “una verifica nella massima trasparenza” sull’evoluzione dei dati della pandemia.

Lo ha detto il prefetto, Didier Lallement, presentando le nuove misure in vigore da domani nella capitale francese.

Parigi scarlatta: bar chiusi per 15 giorni

I bar saranno quindi chiusi da domani per 15 giorni, mentre i ristoranti resteranno aperti con un protocollo di restrizioni rafforzato.

Sarà vietato consumo alcol nelle strade, i mercati resteranno aperti. Palestre e piscine saranno chiuse ma resteranno aperte soltanto per i minorenni.

“L’epidemia va troppo veloce”, Bisogna frenare ora per evitare che il nostro sistema di salute non sia sopraffatto”, ha avvertito il prefetto.

Superati tutti i limiti, Massima allerta delle zone rosse

La città di Parigi e la sua banlieue hanno superato tutti e 3 i limiti fissati dalle autorità sanitarie per le zone rosse ed entra in zona scarlatta, cioè in zona di massima allerta, come Marsiglia e Aix-en-Provence.

Lo ha confermato il direttore generale della agenzia sanitaria dell’Ile-de-France, Auélien Rousseau, precisando che il tasso di incidenza ha toccato i 260 contagi su 100.000 persone.

Che per gli over 65 (limite fissato a 100) si è toccato 110. E – soprattutto – che “nei reparti di rianimazione i malati Covid occupano il 36% dei letti”. Il limite di tolleranza era al 30%.

Forte appello al telelavoro

La ministra francese del Lavoro, Elisabeth Borne, ha lanciato un forte appello ai datori di lavoro e ai dipendenti affinché si organizzino per ricorrere “al massimo” al telelavoro.

Nelle zone di allerta massima della Francia come Parigi si potrà continuare ad andare al cinema o a teatro, oltre che al ristorante con un protocollo sanitario rafforzato.

Massimo sei persone a tavola

Tra l’altro, secondo quanto annunciato oggi dal prefetto di Parigi Didier Lallement, il numero massimo consentito di clienti seduti ad uno stesso tavolo è stato limitato a sei persone e i tavoli devono essere distanziati di un metro.

Decretato anche il divieto di consumare in piedi mentre il pagamento del conto dovrebbe essere fatto direttamente a tavola, per evitare inutili spostamenti alla casse.

Sempre al ristorante è fortemente raccomandata l’applicazione Stop-Covid. Quanto alle università, la capacità di accoglienza negli anfiteatri, nelle classi e nelle mense sarà ridotta del 50%. (fonte Ansa)