Parigi: ultimo film Disney vietato a minore di tre anni

Pubblicato il 5 Febbraio 2010 20:20 | Ultimo aggiornamento: 5 Febbraio 2010 20:23

‘La Principessa e il Ranocchio’, l’ultimo cartone animato della Disney, a Parigi è stato vietato a una minore di tre anni. A rivelare questa curiosa vicenda è il quotidiano francese Le Figaro, che racconta la storia di una famiglia espulsa dalla polizia da un cinema di Parigi.

Motivo? Aver fatto entrare una delle proprie bambine, di 2 anni e 10 mesi, nonostante un’ordinanza della prefettura di Parigi del 1927 che vieta l’ingresso ai minori di 3 anni.

Tutto comincia sabato mattina, quando sei adulti e nove bambini si presentano al botteghino del cinema per vedere l’ultimo cartone della Disney. Ma quando la cassiera chiede l’età dei bambini, “ci è stato immediatamente rifiutato l’ingresso”, racconta Eric, padre di uno di loro.

Nonostante il ‘niet’, il gruppo riesce a passare lo stesso e si sistema nella sala, su cui cala il buio dopo gli spot pubblicitari. A quel punto che una squadra di poliziotti, con torce alla mano, passa al setaccio tutto il cinema e con l’aiuto della cassiera individua i ‘colpevoli’.

All’uscita sono stati “accerchiati da una decina di altri poliziotti, col manganello ben in vista”, racconta ancora Eric. I bambini piangono. Per evitare il commissariato, le famiglie preferiscono eclissarsi, rinunciando ai cento euro spesi per i biglietti.

Per Le Figaro, l’espulsione non è del tutto ingiustificata. Il volume del cinema è effettivamente troppo alto per i giovanissimi, che inoltre hanno difficoltà a restare concentrati per più di trenta minuti.