Paypal, lettera choc al vedovo: “La morte di sua moglie viola l’accordo”

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 luglio 2018 5:10 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2018 7:57
Paypal, lettera choc al vedovo: "La morte di sua moglie viola l'accordo"

Paypal, lettera choc al vedovo: “La morte di sua moglie viola l’accordo”

LONDRA – Howard Durdle, vedovo della 37enne Lindsay morta a maggio dopo una lunga battaglia contro il cancro, di recente ha ricevuto una scioccante lettera da PayPal, in cui la società che effettua pagamenti on line minacciava azioni legali poiché la moglie non aveva saldato dei debiti. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

Secondo PayPal la morte di Lindsay costituiva una “violazione” delle loro regole. E, fino a quando non ha aperto la lettera, Durdle che ha affrontato la perdita della moglie come meglio ha potuto, sostiene di avere la testa sulle spalle ma quando ha letto: “Importante: dovresti leggere attentamente questo avviso”, è entrato in ansia, spiega il Daily Mail.

“Gentile signora Lindsay Durdle, questa è una notifica predefinita ai sensi dell’articolo 87, paragrafo 1, del Consumer Credit Act del 1974. Il suo conto ha un saldo in sospeso di 3.240,72 sterline”. E continuava dicendo che la donna aveva “violato la condizione 15.4 (c) dell’accordo con credito PayPal in quanto abbiamo ricevuto notifica che è deceduta”.

Esigendo un rimborso del saldo dovuto entro il 20 luglio 2018 e minacciando la Durdle di azioni legali, la lettera shock concludeva minacciosamente: “A questa violazione non può porre rimedio”. Ora il vedovo, membro di un’organizzazione benefica che supporta i vedovi, ha invitato le aziende a essere più sensibili e consapevoli di quanto per le famiglie in lutto, possano essere angoscianti i messaggi automatizzati.

PayPal è stata informata della morte della Durdle tre settimane fa, ha ricevuto copia del certificato di morte, le sue volontà e l’identità del marito ma pur avendo le informazioni richieste ha inviato la lettera.

La società ha dichiarato che si è trattato di un errore e detto a Durdle che considera il suo caso come una “priorità”; mentre vanno avanti le indagini per garantire che non accada nuovamente, il debito di Lindsay è stato cancellato.