Pirateria. Anche sulle navi greche presto guardie armate

Pubblicato il 22 Febbraio 2012 10:45 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2012 10:56

ATENE – Gli armatori greci, proprietari di navi battenti bandiera greca, potranno presto assumere guardie armate private sulle loro navi che navigano in zone di mare a rischio pirateria.

Il ministro greco per la Protezione del Cittadino (responsabile anche per la Marina Mercantile), Christos Papoutsis, ha infatti presentato in Parlamento il disegno di legge che regola le procedure previste per l'assunzione di guardie armate e i termini per la concessione del relativo permesso.

La nuova legge prevede che le guardie private non faranno parte dell'equipaggio, precisa i doveri del capitano della nave nei confronti delle guardie e si prevede inoltre sanzioni contro quelle guardie che si dovessero trovare a bordo delle navi senza autorizzazione.