Londra, poliziotto ucciso in commissariato da un fermato che poi tenta il suicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2020 11:03 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2020 11:04
Londra, poliziotto ucciso in commissariato da un fermato che poi tenta il suicidio

Londra, poliziotto ucciso in commissariato da un fermato che poi tenta il suicidio (Foto Ansa)

A Londra un poliziotto è stato ucciso a colpi di pistola da un fermato che poi ha tentato di uccidersi.

Un poliziotto della polizia londinese è stato ucciso da un uomo di 23 anni che aveva fermato e portato nella stazione di polizia di Croydon, nella zona sud della capitale britannica. L’aggressore si è poi sparato cercando di togliersi la vita ma è sopravvissuto.

L’agente ucciso, un sergente investigativo, ha ricevuto tutti i soccorsi del caso da parte del personale dell’ambulanza ma è morto un’ora dopo l’arrivo in ospedale. La sparatoria è avvenuta intorno alle 2,15 nella notte tra giovedì e venerdì.

Come ricorda il Daily Mail è la prima volta che un agente di polizia viene ucciso in servizio dal settembre 2012, quando Dale Cregan uccise i poliziotti Nicola Hughes e Fiona Bone. 

Resta ora da chiarire come l’arrestato sia riuscito a mettere mano a un’arma da fuoco nella stazione di polizia. Second quanto riportato sempre dal Daily Mail infatti il fermato sembrava non avere armi. Potrebbe quindi aver sfilato la pistola dalla fondina del poliziotto. L’episodio appare per ora riconducibile a un fatto di criminalità comune.

Ci saranno ora tutte le indagini del caso per cercare di venire a capo della vicenda. Quel che è certo è che episodi di violenza di questo tipo, come detto in precedenza, a Londra non si verificavano da anni. (Fonte Daily Mail).