Polonia/ Morto Kolakowski, il filosofo della critica al marxismo

Pubblicato il 17 Luglio 2009 21:35 | Ultimo aggiornamento: 17 Luglio 2009 22:11

Leszek Kolakowski, uno dei massimi esperti del pensiero marxista del ventesimo Secolo, è morto oggi a Oxford, città dova ha insegnato per lungo tempo. Aveva 81 anni. Tra i suoi libri “Orrore metafisico, Breviario minimo”, “Presenza del Mito” e “La chiave del cielo. Conversazioni con il diavolo”.

Nato a Radom, in Polonia, nel 1927, insegnava all’università di Varsavia nel 1968 quando fu epurato dal regime comunista, all’epoca guidato dal “tecnocrate” Wladilsaw Gomulka, per aver sostenuto il locale movimento studentesco. Espulso anche dal Poup (il partico comunista polacco), si stabilì nel 1970 all’All Saints College di Oxford, dove ha lavorato fino al 1995. La sua carriera universitari lo ha portato anche ad insegnare a Yale e Berkeley. Alla notizia della sua morte la Sejm, la Dieta polacca, ha osservato un minuto di silenzio.