Pool Park, fantasmi e demoni: in vendita l’edificio “più infestato” del Galles

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 ottobre 2018 6:04 | Ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2018 20:12
Pool Park, fantasmi e demoni: in vendita l'edificio "più infestato" del Galles (foto d'archivio Ansa)

Pool Park, fantasmi e demoni: in vendita l’edificio “più infestato” del Galles (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Nel Galles del Nord è in vendita a 1,75 milioni di sterline il Pool Park, un edificio che un tempo accoglieva pazienti psichiatrici e in cui, sembra che alcuni “ghosthunters” siano stati assaliti da presenze demoniache.

La struttura infestata, realizzata in stile gotico, è circondata da boschi e ha una fama sinistra. Il Pool Park, vicino a Ruthin, potrà essere trasformato in una casa di cura ma soltanto, è evidente, se i costruttori non avranno problemi a lavorare con i fantasmi, scrive ironicamente il Daily Mail. Jason Griffiths, un acchiappafantasmi, sostiene che al “Pool Park c’è una presenza oscura e inquietante, se non la ascolti e non le presti attenzione fa in modo di manifestarsi”. “Quando è vicina si avverte la presenza, aleggia un’energia opprimente”.

I potenziali proprietari sono disposti ad andare oltre le apparizioni spettrali e gli esorcismi, l’elegante edificio ha mantenuto molte delle caratteristiche originali ma ora ha bisogno di una ristrutturazione. Secondo una leggenda locale sembra che nel 1928 la famiglia Bagat avesse perso l’intero patrimonio per le scommesse all’ippodromo. Nel 1937 la villa diventò un istituto psichiatrico che accoglieva 87 pazienti così da liberare dei posti all’affollato ospedale Denbigh che sembra anch’esso infestato da fantasmi. Pool Park è stato chiuso nel 1989.

Come mostrano le fotografie degli interni, pubblicate dal Daily Mail, già nel 2011 si vedevano segni di un significativo decadimento ma negli ultimi anni si sono verificati danni strutturali preoccupanti, tra cui il crollo del tetto. Anni di vandalismo e inefficiente manutenzione hanno portato all’abbandono di Pool Park che attualmente non è accessibile. Il tetto è in pessimo stato, i piani sono crollati, l’umidità è ovunque, i pannelli di legno stanno marcendo: ci sono solo spazi aperti e, forse, qualche fantasma arrabbiato.

Griffiths di “The Ouija Brothers” sostiene che l’amico Karl Hassel di Dark Arts è stato attaccato da un fantasma aggressivo e forse a Pool Park è stato posseduto. “L’ho ripreso, era in piedi davanti alla telecamera. Non si è appoggiato al muro. A un certo punto Karl ha sentito un bruciore alla schiena, aveva un graffio rosso profondo e inspiegabile”. Griffiths, con il suo amico Steven Richards, sta indagando su luoghi infestati da più di un anno e afferma che alcune esperienze sono difficili da spiegare:”Molte persone sono scettiche, qualunque sia la loro esperienza come è accaduto a un nostro amico”.

Faceva parte del gruppo che si era recato a Pool Park ma sentì una spinta al torace, talmente forte da impedire che entrasse in una stanza. “E’ alto più di 1,80 per cui non è facile fermarlo eppure, ancora non ci crede!”. Ma il gruppo non è il solo ad aver incontrato i fantasmi: due anni fa, un altro ghostbuster Mark Vernon, ha colto alla cinepresa un’ombra scura che correva verso di lui. Nel video si vede quello che Mark descrive come un “uomo ombra” e la nebbia che cala da una scala alle sue spalle. Nel 2016, durante una perlustrazione alla proprietà, un ghosthunter afferma di aver incontrato alcuni spiriti, oltre l'”uomo ombra” aveva ascoltato la voce di una bambina che diceva:”Laggiù c’è un uomo cattivo”.