Danimarca, evade dalla prigione indossando un burqa

Pubblicato il 8 ottobre 2012 20:41 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2012 20:41
burqa

(Foto Lapresse)

COPENHAGHEN – Evadere da un carcere semplicemente indossando un burqa. C’è riuscito un detenuto della prigione di Nyborg, cittadina danese non lontana da Copenaghen, come racconta il Corriere della Sera.

L’uomo aveva appena avuto un colloquio con una coppia di visitatori. La donna indossava il velo integrale. E così al detenuto, trentenne, sarebbe venuta l’idea. Si è fatto dare dalla donna il velo integrale nero, che copre anche il volto, ed è uscito come se niente fosse dalla prigione, in pieno giorno, insieme all’uomo che era venuto a trovarlo. La donna è uscita più tardi.

L’evasione è stata scoperta solo ore dopo, al controllo delle celle. Subito sono scattate le ricerche, estese a tutti i Paesi dell’area Schengen. Anche se la polizia avverte che l’evaso non è pericoloso.

Ma i sostenitori del divieto del burqa, e dei veli che nascono il volto, potrebbero prendere questa vicenda per dimostrare la pericolosità di questi indumenti in luoghi pubblici.