Principe Filippo costretto a tornare al Castello di Windsor

di Caterina Galloni
Pubblicato il 17 Settembre 2020 7:13 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2020 8:29
Principe Filippo, Ansa

Principe Filippo costretto a tornare al Castello di Windsor (foto Ansa)

Principe Filippo costretto a tornare al Castello di Windsor.

Dopo due settimane di soggiorno a Sandringham, il principe Filippo sarà “costretto” a tornare insieme a Elisabetta II al Castello di Windsor.

Secondo alcune fonti non c’è abbastanza personale che possa seguire i due diversi autoisolamenti della coppia reale mirati a proteggersi dal COVID-19.

Il duca di Edimburgo, 99 anni, di solito risiede a Wood Farm nella tenuta di Sandringham nel Norfolk mentre Sua Maestà, 94 anni, lavora a Windsor.

Secondo quanto riferito da una fonte al Sun, ha “molto più senso” che per proteggersi dal coronavirus, la coppia si trovi nella stessa residenza.

Il ritorno del principe Filippo a Windsor, sembra sia frutto di un “compromesso”.

“Non voleva andare a Balmoral e nemmeno a Windsor”, ha detto la fonte al Sun. “Ma non c’è abbastanza personale per cui andrà a Windsor. Ha molto più senso che stiano insieme”.

Ad aprile, Tony Johnstone-Burt, Master of the Household ed ex ufficiale della Royal Navy, in un promemoria indirizzato al personale ha definito l’operazione per proteggere la regina e il principe Filippo “HMS Bubble”.

Richiede 24 dipendenti che lavorano in due team di 12 persone, con una rotazione di tre settimane e tre settimane di riposo. Prima che inizi il turno di tre settimane di lavoro, il personale trascorre sette giorni in isolamento e deve sottoporsi al tampone. (Fonte: Daily Mail).