Principino George nel mirino dell’Isis: le foto usate nei manuali dei terroristi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 dicembre 2017 6:00 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2017 14:07
principe-george

Principino George nel mirino dell’Isis: le foto usate nei manuali dei terroristi

LONDRA – La foto del principino George insieme ad un combattente dell’Isis e scattata proprio fuori dalla scuola che frequenta. Questa l’immagine diffusa da Husnain Rashid, l’uomo arrestato il 22 novembre in Gran Bretagna con l’accusa di aver fornito ai terroristi dello Stato islamico informazioni e foto sulla famiglia reale come potenziali obiettivi per attentati terroristici. Tra i messaggi inviati da Rashid su Telegram spiccano in particolare quelli riguardanti il figlio di Kate Middleton e del principe William, il piccolo George.

Il sito dell’Huffington Post scrive che Rashid, 31 anni e originario di Nelson, è accusato di aver usato l’app di Telegram, la chat criptata, a scopi terroristici e in particolare nei confronti proprio del principino George. Inoltre al momento dell’arresto aveva pianificato alcuni viaggi in Siria, proprio nelle zone controllate dallo Stato islamico per unirsi ai combattimenti.

“Sull’accaduto si è espressa anche la procuratrice Rebecca Mundy che ha dichiarato: “C’era una foto del giovane principe George all’ingresso della scuola accanto ad una sagoma di un combattente dell’Isis e un messaggio che diceva che anche la famiglia reale non sarebbe stata lasciata sola”. Sarebbe poi risultato che l’uomo avrebbe anche inviato altri messaggi contenenti informazioni sugli stadi del Regno Unito. Rashid, è apparso di fronte alla Corte di Westminster indossando occhiali e una tuta grigia, ma ha parlato solo per confermare le sue generalità, nome e indirizzo. Arrestato mercoledì 22 novembre dagli agenti della polizia del Lancashire e da quella dell’antiterrorismo, è stato rinviato in custodia e chiamato a presentarsi all’Old Bailey il 20 dicembre”.