Qualità della vita in Europa, Italia settima (su 10) e Gran Bretagna ultima. Prima la Francia

Pubblicato il 12 Ottobre 2009 17:45 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2009 18:46

Gli inglesi saranno pure quelli che in Europa hanno gli stipendi più alti ma la loro qualità di vita è la peggiore. Lo rileva uno studio britannico del sito Internet “uSwitch” che piazza al primo posto per “savoir vivre” i francesi, seguiti dagli spagnoli e dai danesi. Ultime Gran Bretagna e Irlanda, mentre l’Italia – in una lista di soli 10 paesi presi in considerazione – spunta solo un settimo posto.

Se i britannici hanno uno stipendio medio netto di 35.730 sterline  – che corrispondono a circa 38.000 euro, 10.320 sterline in più della media – hanno invece il numero più scarso di giorni di vacanza l’anno, solo 28 contro i 41 della Polonia, i 34 dei francesi e i 31 degli italiani. Al contrario gli spagnoli hanno gli stipendi più bassi, solo 16.789 sterline, poco meno però dell’Italia – 18.218 sterline – che in fatto di busta paga lascia un po’ a desiderare.

I punti forti del Belpaese restano però la media di ore di sole giornaliere per cui siamo secondi solo alla Spagna, e l’età di pensionamento, punto su cui ci supera solo la Polonia che va in pensione di media a 59 anni. Per quanto riguarda le ore di lavoro a settimana anche qui l’Italia non va male, 38,3, poco più che la beata Francia (38). A lavorare in assoluto meno sono gli olandesi, con 30,7 ore, mentre più di tutti lavorano i poveri polacchi che settimanalmente spendono sul posto di lavoro 41,1 ore.