Quarantena e vai in giro: in Gran Bretagna carcere fino a 10 anni. Da noi multa fino a 400 euro

di Alessandro Camilli
Pubblicato il 10 Febbraio 2021 10:51 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2021 10:51
Quarantena e vai in giro: in Gran Bretagna carcere fino a 10 anni. Da noi multa fino a 400 euro

Anche se vaccinati non bisogna violare le restrizioni: il monito di Boris Johnson nel Regno Unito (foto ANSA)

Quarantena, sei in quarantena eppure vai in giro. Nella Gran Bretagna di Boris Johnson se ti ferma la polizia mentre non rispetti la quarantena vai in galera. Legge voluta dal premier, legge inasprita di fresco: in galera fino a dieci anni. 

Quarantena in Gran Bretagna: non un contravventore ma un potenziale omicida

Troppo la galera per chi non rispetta la quarantena sanitaria? Dipende da chi è e cosa fa, secondo culture civili tra loro diverse, quello/a che in quarantena se ne va a fare due passi, prendere una boccata d’aria, salutare amici e parenti, una capatina all’ufficio. Da noi in Italia chi fa così è considerato e si considera un contravventore. Uno/a che contravviene a una disposizione. Insomma un cittadino che non rispetta le regole.

In Gran Bretagna con tutta evidenza lo stesso cittadino con lo stesso comportamento tendente a ignorare la sua quarantena non lo considerano un contravventore ma un potenziale omicida. Chi porta in giro il virus non viola una disposizione sanitaria, al contrario minaccia, lede e danneggia la salute altrui. Quindi merita pena detentiva.

Quarantena violata: la multa e l’attimino

E’ la cultura dell’attimino che felicemente si sposa con la misura della multa. Qualunque disposizione sanitaria violata in tema di Covid in Italia si sana con il pagamento di una multa. Importo medio 400 euro, anche meno se paghi subito. Tieni aperto locale oltre orario? Tieni dentro locale più gente del consentito e prudente? Organizzi concerto da strada o assembramento da aperitivo volante ma stanziale? Organizzi feste vietate in hotel e bed and breakfast compiacenti? Sempre 400 euro sono.

Il più delle volte la trasgressione è molto più remunerativa, quindi pagare la multa, e poi la paghi, conviene. Altre e più dure sanzioni oltre la multa incorrerebbero nel generale e accorato non esageriamo. Verso chi viola le norme e disposizioni di sicurezza sanitaria siamo molto indulgenti e comprensivi. Non a caso: sappiamo che si tratta di noi stessi. Noi stessi della cultura dell’attimino: chi è in quarantena sarà uscito un attimino…erano a mangiare e bere in tanti e tutti stretti ma un attimino…Un attimino tutto assolve e legittima. E, alla peggio, una multa e facciamola finita.

Quarantena violata in Gran Bretagna… a spese proprie

Chissà che diremmo sapendo quando in Gran Bretagna esageravo davvero.

Arrivi dall’estero in Gran Bretagna: quarantena obbligata in hotel. A tue spese. Là funziona così. E su questo là esagerano davvero. Però perché noi non ce la facciamo a trattare chi se ne frega e fa danno alla salute altrui diversamente da uno che parcheggia sui marciapiedi?