Referendum Grecia, piazza Syntagma piena. C’è anche delegazione M5s FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 luglio 2015 17:54 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2015 17:54

ROMA  – Piazza Syntagma, luogo simbolo del referendum voluto dal premier greco Alexis Tsipras sul piano dei creditori internazionali per il rientro del debito ellenico, si riempe già prima della chiusura dei seggi prevista per le 19 locali, le 18 in Itaalia.

Una folla di turisti e curiosi si avvicina ai banchetti allestiti dai promotori del sì e del no. Folta la presenza di italiani: molti i giornalisti e i cameraman presenti per riprendere le delegazioni di politici del Bel Paese (le più numerose in assoluto) che si sono date appuntamento proprio a piazza Syntagma.

La presenza degli italiani non passa inosservata e desta anche ilarità tra alcuni greci, sorpresi dal vedere proprio gli italiani esporre striscioni con la scritta “Oxi”. Il 28 ottobre – spiega una giornalista greca – è la festa dell’Oxi, “il no dei greci all’ultimatum italiano” durante la seconda guerra mondiale.

C’è anche la delegazione del Movimento 5 Stelle a invadere la piazza. I primi a presentarsi nella piazza in pieno centro ad Atene sono stati Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Giorgio Sorial, Laura Castelli, Manlio Di Stefano, Maria Edera Spadoni. Non è ancora arrivato il leader del movimento, Beppe Grillo.