Resta aggrovigliato nella coperta e muore nella culla: aveva solo 18 mesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 gennaio 2018 15:41 | Ultimo aggiornamento: 31 gennaio 2018 15:41
aggrovigliato coperta culla morto

Resta aggrovigliato nella coperta e muore nella culla

ROMA – Un bimbo di 18 mesi, Jordan Blue Elmore, è morto nel sonno dopo essere rimasto aggrovigliato nella sua coperta. A fare la tragica scoperta è stata sua mamma. La tragedia è avvenuta a Gainsborough, in Inghilterra, circa un anno fa.

La madre di Jordan, Tanya, fu inizialmente arrestata per negligenza, ma un’indagine della polizia ha stabilito che la donna non fece nulla di male. Erano le 10:30 del 3 febbraio 2017. Dopo essersi accorta che il figlioletto non respirava più, chiamò un’ambulanza. Ma poco più di un’ora dopo, Jordan fu dichiarato morto all’Ospedale Generale di Scunthorpe, scrive Metro.co.uk.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini, la mamma aveva messo a letto Jordan alle 23:30 della sera prima. “Sembrava solo strano, era molto silenzioso, lo steso sulla schiena e l’ho coperto con la trapunta fino petto, con le braccia fuori dalla parte superiore” ha ricordato la donna in tribunale. “Sono rimasta nella stanza con lui per altri 20 minuti, era sveglio e mi guardava, poi l’ho lasciato e sono andata al piano di sotto. Mi sono addormentata verso le 00:30, mi sono svegliata verso le 9:30. Ho dato da mangiare al cane e poi sono andata in bagno, cercando di non far rumore. Quando sono andata in camera da letto, Jordan era sotto la trapunta e mi sono resa conto subito che non stava respirando”, ricorda la mamma. Dopo un’ora il piccolo è morto all’ospedale locale.

Quello stesso giorno la donna è stata arrestata con l’accusa di abbandono e portata alla stazione di polizia di Lincoln. Tuttavia il rapporto della polizia ha indicato chiaramente come non vi fosse alcun segno di ferite o traumi sul corpo del piccolino, né tantomeno prove di negligenza. Per questo motivo il caso è stato chiuso.