Romania, ritrovati i libri rubati tre anni fa in un magazzino di Londra

di Caterina Galloni
Pubblicato il 19 Settembre 2020 21:45 | Ultimo aggiornamento: 18 Settembre 2020 16:50
Romania, foto d'archivio Ansa di alcuni libri

Romania, ritrovati i libri rubati tre anni fa in un magazzino di Londra (foto Ansa)

Ritrovati in Romania dei libri storicamente importanti e di valore inestimabile, rubati tre anni fa in un magazzino di Londra.

I detective hanno scoperto che il prezioso bottino, che include volumi firmati da nomi di prestigio come Galileo, Sir Isaac Newton o il pittore spagnolo Francisco Goya, era stato nascosto sotto il pavimento di una casa rurale, nella contea di Neamt.

Dietro al furto delle opere c’è la mano di una nota famiglia criminale rumena, il clan dei Clamparu, che nel 2017 riuscì a portare a termine il colpo grazie ad un’incursione in stile Ocean’s Eleven.

I libri erano conservati in un magazzino, poi spediti a Las Vegas, dove sarebbero stati venduti a un’asta specializzata.

I ladri hanno fatto irruzione nell’edificio londinese con una corda doppia e si sono calati per evitare di far scattare i sensori, ignorando tutto ciò che era conservato nel magazzino.

Hanno infatti aperto solo le casse contenenti i libri e rubato solo i più preziosi. Dopo aver riempito 16 valigie, i malviventi sono fuggiti su un furgone che li aspettava fuori l’edificio.

Alcune delle raccolte, ha detto la polizia, sono ritenute di grande importanza e vengono considerate inestimabili.

La caccia internazionale all’uomo da parte della polizia del MET, da quella nazionale rumena e dai carabinieri italiani, affiancati dall’Europol ed Eurojust, è durata più di tre anni.

I Clamparu sono conosciuti come ladri specializzati e si sono occupati di una serie di furti in magazzini contenenti merci di alto valore in tutto il Regno Unito.

Il clan è costituito da un gruppo di note famiglie criminali rumene, stanziate nella regione di Isai, Romania orientale.

Alle famiglie sono riconducibili numerosi furti su larga scala e di altissimo valore.

Molti dei componenti hanno evitato conseguenze penali commettendo reati al di fuori del Paese. Il gruppo è stato collegato a 11 reati in tutto il Regno Unito, con altri £ 2 milioni di sterline rubate, utilizzando solitamente lo stesso metodo in stile commando.

Nel giugno 2019, le indagini hanno portato a numerosi arresti e le ricerche coordinate fatto scoprire di 45 indirizzi, in tutto il Regno Unito, Romania e Italia. Grazie ai raid la polizia è riuscita a risalire all’indirizzo in Romania dove erano nascosti i libri.

Non si sa molto sul funzionamento interno del clan Clamparu, sebbene un membro di spicco della famiglia, Ioan Clamparu, sia stato arrestato in Spagna nel 2011 per traffico di esseri umani.

Nel 2012, Ioan, noto come “Testa di maiale”, in Spagna è stato condannato a 30 anni di carcere per la tratta, tra il 2000 e il 2004, di oltre 100 donne costrette a prostituirsi.

Era già stato condannato a 13 anni di carcere in Romania per traffico di droga ed esseri umani, e nel 1989 condannato a 15 anni per omicidio. Parlando dell’ultimo raid, l’ispettore della polizia del Met Andy Durham ha dichiarato:

“E’ la conclusione perfetta nonché la dimostrazione del successo del lavoro congiunto tra il Met e le forze dell’ordine europee in Romania e in Italia, dell’Europol ed Eurojust.

“Sono libri sono estremamente preziosi, ma soprattutto sono insostituibili e di grande importanza per il patrimonio culturale internazionale. “Se non fosse stato per il duro lavoro del Detective David Ward e di altri membri del Joint Investigation Team, questi libri sarebbero stati persi per sempre”. (Fonte: Daily Mail)