Rubano farmaci oncologici in un ospedale di Avellino, due arresti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Novembre 2020 11:12 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2020 11:12
farmaci oncologici ospedale Avellino

Rubano farmaci oncologici in un ospedale di Avellino, due arresti (foto ANSA)

I farmaci oncologici, per un valore di oltre 1.300.000 euro, sottratti dalla farmacia dell’ospedale San Giuseppe Moscati nel febbraio 2019.

Arrestati due pregiudicati con l’accusa di aver rubato farmaci oncologici, per un valore di oltre 1.300.000 euro, dalla farmacia dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino. Il colpo nel febbraio 2019. Gli investigatori continuano le indagini per identificare altri due complici.

L’ordinanza di custodia è stata eseguita dalla Polizia di Avellino a carico di due pluripregiudicati, di provenienza partenopea, responsabili di reati contro il patrimonio.

L’inchiesta sul furto di farmaci

A consentire agli investigatori di individuare gli autori del colpo è stata in primo luogo l’analisi del traffico telefonico e delle impronte digitali, rilevate su alcune buste di plastica abbandonate all’interno della farmacia, e l’estrapolazione del Dna da tracce di sangue, lasciate dai malviventi su una finestra rotta per poter accedere all’interno dei locali.

La rapidità nell’esecuzione del colpo sin da subito aveva evidenziato che si trattava di un team esperto e in forte sintonia. I criminali infatti avevano compiuto un sopralluogo due giorni prima del furto.

La meticolosa pianificazione ha indotto i poliziotti a ritenere che la refurtiva avesse già un ricettatore pronto ad acquistarla per poi commercializzarla sul mercato estero. Ora sono in corso ulteriori indagini per individuare gli altri due componenti del gruppo criminale. (fonte AGI)