Russia: false modelle su Facebook per incastrare gli evasori

Pubblicato il 26 Ottobre 2009 15:07 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2009 15:07

facebookUn nome falso e una foto sexy. Grazie a questi due semplici elementi il fisco dell’Udmurtia (una piccola repubblica della federazione russa) è riuscito ad incastrare un gruppo di evasori.

Gli agenti hanno creato e pubblicato su Facebook una serie di profili ad hoc per adescare i manager fingendosi avvenenti modelle disposte a chattare con i sospettati.

Vinta, grazie alla bellezza delle donne, la diffidenza degli evasori, gli agenti hanno iniziato attraverso la chat ad informarsi sulla disponibilità e il tenore di vita degli uomini contattati. Domande, all’apparenza innocenti come «quanto guadagni?» o «che macchina hai?» che sono servite agli investigatori per ricostruire il quadro economico dei sospettati.

Una volta raccolti gli elementi sufficienti l’agente modella proponeva l’appuntamento. Incontri cui gli evasori si presentavano con un bel mazzo di fiori, per trovare invece che la modella sexy vista in foto, gli ufficiali giudiziari pronti a riscuotere i debiti fiscali.