Il boss di Ryanair. ”Eliminiamo il co-pilota e al suo posto mettiamoci una hostess”

Pubblicato il 4 Settembre 2010 15:12 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2010 1:42

Il controverso proprietario della compagnia aerea Ryanair, Michael O’Leary, ha dichiarato in una intervista a Bloomberg BinessWeek che, in un’altra delle sue pensate per risparmiare su tutto, il co-pilota non è strettamente necessario e che in un’emergenza potrebbe essere sostituito da una hostess, naturalmente addestrata.

”Perchè ogni aereo deve avere due piloti? In realtà uno è sufficiente”, ha detto. Affermando che pilotare un aereo è solo un pò più difficile che cimentarsi al computer con un video gioco, O’Leary ha aggiunto: ”Sbarazziamoci del secondo pilota, non serve, e lasciamo che i suoi compiti durante il volo vengano svolti da un computer”.

Secondo O’Leary, se, per dire, il pilota fosse colpito da un attacco cardiaco, il suo posto sarebbe preso da una hostess addestrata a far atterrare l’aereo. ”Se il pilota si sente male, suona un campanello e la hostess interverrebbe immediatamente”.

Prevedibile la reazione dei piloti, secondo i quali l’idea di O’Leary ”è solo una pericolosa fantasia”. Un pilota di lungo corso, Patrick Smith, ha accusato il boss di Ryanair di ”alimentare la erronea convinzione che pilotare un aereo sia facile. Anche per le operazioni di routine è importante avere un’altra persona nella cabina di pilotaggio”.

Jim McAuslan, segretario generale dell’Associazione dei Piloti di Aerei Britannici, ha criticato O’Leary per ”l’impudenza” con cui cerca in tutti i modi di farsi pubblicità, ed ha aggiunto: ”la sua idea è imprudente e i passeggeri sarebbero inorriditi”.

O’Leary ha fatto di Ryanair una delle companie aeree più profittevoli ignorando molte delle convenzioni del trasporto aereo civile. Tra le sue idee c’e’ quella di far viaggiare i passeggeri in piedi e di far pagare per l’uso delle toilettes.