Sadalsky denuncia: “Attori russi si curano con staminali e muoiono di cancro”

Pubblicato il 17 Febbraio 2010 16:44 | Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio 2010 16:44

Stanislav Sadalsky

Secondo l’attore russon Stanislav Sadalsky molte “star stanno morendo di cancro a causa di trattamenti per il ringiovanimento a base di cellule staminali”. L’accusa di Sadalsky viene direttamente dal suo blog in cui l’attore scrive che le sue dichiarazioni possono “salvare molte vite umane”.

“Grazie alle cellule staminali – è l’accusa di Sadalsky – nel  breve periodo accade un miracolo. Per un anno o due uno ha un corpo ringiovanito, ma queste cellule provocano anche la crescita delle cellule tumorali”.

L’attore, sul blog, fa anche alcuni nomi di colleghi russi: Anna Samokhina, Lyubov Polishchuk, Oleg Jankowski e Alexander Abdulov. Si tratta di attori che, a suo dire, hanno fatto ricorso alle staminali per ringiovanire, e che “noi abbiamo perso”.

Alcuni medici, intervistati dal quotidiano russo Komsomolskaya Pravda, hanno sottolineato che il trattamento antietà con le staminali “non è sicuro” e che, soprattutto, in Russia solo due centri studi hanno il permesso di condurre sperimentazioni di questo tipo. Sperimentazioni, appunto, mentre in teoria non è autorizzato nessun tipo di trattamento.