Sarah Ferguson sull’orlo della bancarotta, la Regina incontra Cameron per piano di salvataggio

Pubblicato il 8 agosto 2010 17:55 | Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2010 19:46

Sarah Ferguson

Sarah Ferguson, ex moglie del principe Andrea e madre delle principessine Beatrice ed Eugenie, è sull’orlo della bancarotta. Strozzata dai debiti, che ammontano a circa cinque milioni di sterline, ovvero il doppio di quanto stimato in precedenza, starebbe considerando l’ipotesi del fallimento volontario come unica via per liberarsi dagli ingenti interessi che ogni settimana trasformano di male in peggio la sua situazione economica.

Per Fergie si tratterebbe dell’ennesimo deprecabile record: mai prima d’ora un membro di spicco della famiglia reale britannica ha dovuto portare in tribunale i libri contabili delle sue attività. Non è una sorpresa quindi che la Regina si sia detta ”profondamente preoccupata” e che la questione sia finita persino sul tavolo del primo ministro David Cameron.

Il caso-Ferguson, stando a quanto riporta domenica il Sunday Telegraph, è stato infatti discusso durante uno degli incontri settimanali tra il premier e il monarca: il fallimento per debiti della Duchessa di York provocherebbe un duro colpo all’imagine della famiglia reale, principe Andrea in testa. Il Duca di York ricopre infatti il ruolo di Rappresentante Speciale del Commercio e degli Investimenti Internazionali. Eppure, spiega il domenicale, persino alcuni consulenti della Corona vedrebbero di buon occhio questa soluzione.

”Un collaboratore-chiave crede che la bancarotta sia l’opzione migliore”, ha confidato una fonte. ”Il risultato sarebbe una settimana di baccano, poi la gente dirà ‘in fondo non è poi una sorpresa’ e la faccenda verra’ presto dimenticata”. Detto questo, Andrea – che conosce bene il desiderio di Fergie di evitare il fallimento – sta organizzando, insieme al suo staff, una ‘piano di salvataggio’ per evitare il peggio.

 ”Il Duca – ha detto un’altra fonte – è ancora molto affezionato a Sarah e vuole far sì che non finisca in guai tanto profondi da rendere impossibile una via d’uscita”. E questo nonostante il fatto che nel maggio scorso la Duchessa venne pizzicata da un tabloid mentre accettava una mazzetta per garantire la ‘protezione’ del marito al sedicente uomo d’affari – che in realtà era un reporter.

”La Duchessa”, ha concluso la fonte, ”è stata davvero ingenua. Si è servita di avvocati in America – dove sono stati ammassati la maggior parte dei debiti, ndr – senza capire che, quando si presentano in tre, il conta-parcella inizia a ticchettare come un matto. E’ questo genere di cose che costituisce i suoi maggiori problemi”.