Scozia, mamma denuncia la qualità della mensa scolastica: “Neanche ai miei cani darei uno schifo simile”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 ottobre 2018 17:05 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2018 17:05
scozia mensa

Scozia, mamma denuncia la qualità della mensa scolastica: “Neanche ai miei cani darei uno schifo simile”

DUNDEE – Una patata bollita, due salsicce poco cotte e una poltiglia verdastra come dessert. Da bere, un bicchiere di latte. Era questo il pranzo destinato agli studenti di una scuola elementare, la St. Pius Primary School di Dundee, in Scozia.

“Neanche ai miei cani rifilerei uno schifo simile”, ha scritto una mamma, Gemma O’Grady, su Facebook, allegando l’immagine scattata dalla figlia.

“Non è uno scherzo, questo è quanto succede in una scuola elementare che paghiamo e che sta crescendo i nostri figli”, ha continuato la donna in un post subito diventato virale al punto da arrivare sui banchi del consiglio comunale cittadino, che ha aperto un’indagine.

La notizia ha avuto una tale eco che il tabloid ‘Sun’ ha aperto una campagna intitolata “Hai visto un pranzo scolastico peggiore di questo?“, invitando i lettori a inviare immagini alla redazione e mettendo a disposizione dei reclami un numero telefonico, per parlare direttamente con i giornalisti.

La Tayside, la società che si occupare del catering, scrive sul sito web di offrire “pasti nutrienti, freschi e di alta qualità” agli studenti di tutto il paese.

Inoltre, contattata dal Sun, l’azienda ha sottolineato che il pasto è il risultato di un confronto tra il team, i bambini e i docenti che “vengono coinvolti attivamente nell’elaborazione dei menù: le salsicce e gli hamburger sono preparati personalmente dai nostri macellai e contengono pochi grassi e sale per garantire un’alimentazione sana, equilibrata e in linea con gli standard indicati dal ministero della Salute scozzese”.