Scozia, parenti al compleanno della figlia malgrado le restrizioni anti Covid. Vicini chiamano la polizia

di Caterina Galloni
Pubblicato il 30 Settembre 2020 7:20 | Ultimo aggiornamento: 30 Settembre 2020 7:58
Scozia, parenti al compleanno della figlia malgrado le restrizioni anti Covid. Vicini chiamano la polizia

Scozia, parenti al compleanno della figlia malgrado le restrizioni anti Covid. Vicini chiamano la polizia (foto Ansa)

.In Scozia dei vicini denunciano una famiglia per aver infranto le rigorose misure di restrizione COVID-19 e la polizia si presenta alla festa del decimo compleanno della figlia.

Leanne Macdonald è rimasta scioccata e incredula quando due agenti si sono presentati a casa. Le hanno detto che i vicini l’avevano denunciata perché i parenti erano entrati un attimo in casa per dare i regali di compleanno alla figlia Myla.

Parenti al compleanno: l’irruzione della Polizia

Al Daily Record la donna ha raccontato che “non potevo crederci” quando due agenti sono entrati nell’abitazione. E le hanno detto che era stata segnalata e se avesse infranto di nuovo le misure di sicurezza sarebbe stata multata e accusata.

“La polizia dunque può entrare a casa mia, ma non la mia famiglia”.

La 36enne dell’Ayrshire è ora nella “lista dei segnalati” della polizia Covid ma sostiene che i genitori, i nonni, gli zii avevano “fatto un salto” di un quarto d’ora solo per consegnare velocemente i regali a Myla. Racconta che quanto gli agenti sono entrati parlando della denuncia di un anonimo vicino, i festeggiamenti sono andati in fumo.

La polizia aveva riferito che c’era stata la denuncia perché in casa ospitava contemporaneamente sei adulti e sei bambini. “Cosa assolutamente falsa”, ha replicato la donna.

Ha sostenuto di non essere al corrente delle ultime restrizioni a causa di “parecchie cose accadute” nella sua vita personale e pensava fosse ancora consentito incontrare i familiari all’interno dell’abitazione.

Ha precisato:

“Non erano tutti dentro casa e non nello stesso momento, inoltre praticavamo il distanziamento sociale. “A essere sinceri le misure sono davvero confuse, cambiano continuamente ed è difficile stare al passo”. (Fonte: Mirror)