“Sei gay, ti do fuoco”: padre minaccia figlio. Condannato a 1.350 euro di multa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Marzo 2015 15:04 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2015 15:04
"Sei gay, ti do fuoco": padre minaccia figlio. Condannato a 1.350 euro di multa

Nasser El-Ahman

BERLINO – “Sei gay, vero? Adesso ti diamo fuoco”: Nasser aveva 15 anni quando si è sentito dire così dal padre e dagli zii. Quando avevano intuito che il ragazzo non era eterosessuale gli hanno gettato addosso della benzina e poi, con una sigaretta accesa in mano, lo hanno minacciato. Ma questo era solo l’inizio.

Nasser El-Ahman, libanese di origine ma residente in Germania, è stato picchiato con un tubo di plastica, frustato con dei cavi elettrici, colpito con delle secchiate di acqua bollente. Poi, quando il padre non sapeva più come “convertire” il figlio, lo ha chiuso nel bagagliaio della macchina e rapito per essere portato in Libano per un matrimonio combinato di cui lui non sapeva nulla, ovviamente. Nasser si salvò al confine con la Bulgaria perché la polizia di frontiera scoprì l’inganno. E a quel punto ha capito che doveva chiedere aiuto ai servizi sociali. E denunciare quanto aveva subito.

Alla fine il padre e gli zii di Nasser sono stati condannati: ma solo a pagare una multa da 1.350 euro a testa per sequestro di minore e privazione della libertà. Ma per Nasser è comunque una liberazione. “Sono riuscito a portare la mia storia in tribunale”, ha detto alla Bild. “Non sono uno che si nasconde, non voglio reprimere la mia sessualità”.