Dipendente licenziata perchè ha il seno troppo grosso, “distrae i colleghi”

Pubblicato il 13 Novembre 2010 1:10 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2010 1:10

Licenziata perché ha il seno troppo grande. Per sei anni Amy-Erin Blakely, alto dirigente della Devereux Foundation, azienda sanitaria di Orlando, ha subito continue molestie sessuali dai suoi capi e si è sentita dire che le sue misure eccessive distraevano i colleghi durante i meeting di lavoro.

La donna di 43 anni ha provato a lamentarsi un paio di volte, l’ultima delle quali le è stata fatale: l’avvenente bionda è stata licenziata in tronco. Adesso ha deciso di trascinare in tribunale la sua ex azienda e di chiedere un cospicuo risarcimento.

Secondo il racconto della Blakely l’ambiente della Devereux Foundation è profondamente maschilista. I colleghi della quarantatreenne non perdevano occasione per farle notare quanto fosse grande e seducente il suo seno: “Nessuna donna dovrebbe essere sottoposta a osservazioni così sessiste e sprezzanti – ha dichiarato l’ex dipendente durante una conferenza stampa – Ogni giorno tremavo e avevo paura di essere di nuovo umiliata, molestata oppure di perdere il posto di lavoro, non perché le mie performance fossero mediocri, ma a causa del mio aspetto fisico. Ho sempre lavorato in modo esemplare”.

A difendere la quarantatreenne sarà Gloria Allred, noto avvocato americano che recentemente ha avuto come cliente Rachel Uchitel, una delle presunte amanti di Tiger Woods.

La Deveraux Foundation respinge tutte le accuse e in un comunicato scritto precisa: “Non abbiamo ancora ricevuto la denuncia formale che a quanto pare è stata appena depositata in tribunale – spiega la nota della compagnia – Tuttavia la signora Blakely ha già diffuso i dettagli delle accuse e possiamo dirvi che sono volutamente infiammatori e completamente falsi sia nel contenuto che nel contesto. In nessun modo queste affermazioni rappresentano la verità sulla nostra organizzazione e sul nostro personale. Abbiamo un rispetto profondo e costante per le donne nella nostra azienda, come dimostra il fatto che più del 50% dei nostri più alti dirigenti sono donne”.

Ma la Blakely non ci sta e rilancia: “Sono una donna con una grande competenza professionale e chiedo solo di essere apprezzata per i risultati che ottengo. Invece sono stata sempre giudicato per il mio aspetto fisico e per le dimensioni del mio seno”.