Sinead McNamara, modella trovata morta sullo yacht: si è uccisa?

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 settembre 2018 5:41 | Ultimo aggiornamento: 4 settembre 2018 10:13
Sinead McNamara, il giallo di Cefalonia: la modella arrivata morta sullo yacht

Sinead McNamara, la modella arrivata morta sullo yacht

CEFALONIA – E’ avvolta nel mistero la morte di Sinead McNamara, ventenne modella australiana trovata dalla polizia di Cefalonia in fin di vita a bordo dello yacht Mayan Queen IV del miliardario messicano Alberto Bailleres, nonostante i soccorsi con l’eliambulanza per portarla in ospedale ad Atene è deceduta nel tragitto [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play].

McNamara, negli ultimi quattro mesi di vita aveva lavorato come membro dell’equipaggio sul Maya Queen IV di proprietà di Bailleres, la cui fortuna si aggira sui 9 miliardi di dollari, possiede la seconda società mineraria del messico.

Bailleres avrebbe lasciato l’imbarcazione una volta approdata a Cefalonia e a bordo era rimasto soltanto l’equipaggio.
Secondo quanto riferito da un agente al Sunday Times, la modella “potrebbe essersi tolta la vita”.

5 x 1000

La giovane, che su Instagram contava 14,4 mila follower, due settimane prima della morte sul social aveva scritto un post criptico che alla luce del decesso improvviso assume un nuovo significato:”La mia testa è altrove”.

A stabilire le cause della morte sarà l’autopsia, per il momento il Maya Queen IV rimarrà ancorata al porto con a bordo i 24 membri dell’equipaggio, per permettere alle autorità di portare a termine le indagini.

Jake McNamara, fratello della modella ha dato l’annuncio della morte  Instagram: “Ho purtroppo ricevuto la peggior notizia della mia vita, Sinead è scomparsa”. Molti i follower che hanno lasciato un messaggio sui social, tra cui il suo amico Alex Hayes, YouTuber molto popolare in Australia: “La vita è preziosa ed è andata via troppo presto. Eri una persona speciale. Amerò tutti i nostri ricordi. Riposa in pace, anima bella”.