Spagna, 17 bambini con la “sindrome del lupo mannaro”. Hanno assunto farmaci contaminati

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2019 15:30 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2019 15:39
Spagna, 17 bambini con la "sindrome da lupo mannaro". Hanno assunto farmaci contaminati

Spagna, 17 bambini con la “sindrome da lupo mannaro” (Foto d’archivio)

ROMA – L’hanno ribattezzata “sindrome del lupo mannaro” ma non ha nulla a che vedere con i miti e le storie horror. Diciassette bambini ne sono attualmente affetti in Spagna dopo aver assunto farmaci contaminati. Ai piccoli è stato somministrato uno sciroppo erogato come omeprazolo (usato per il reflusso) ma contenente minoxidil, un principio attivo utilizzato per trattare l’alopecia. Di qui la manifestazione di ipertricosi, una rara malattia caratterizzata da anormale crescita di peli su tutto il corpo, compreso il viso e può essere presente alla nascita o manifestarsi nel corso della vita.

In passato, chi ne era colpito era fonte di grande interesse e spesso si esibiva nei circhi itineranti e spettacoli con fenomeni da baraccone. L’eccesso di peluria è motivo di imbarazzo e provoca disturbi emotivi ma ancora oggi le cure sono poche e non sempre offrono risultati soddisfacenti.

Secondo l’Agenzia spagnola del farmaco i bambini coinvolti sarebbero 17 (14 sotto l’anno di vita): 10 in Cantarbia, quattro in Andalusia e tre nell’area di Valenza.

Il farmaco incriminato è prodotto da Farma-Química Sur SL, una società di Malaga: tutti e 50 i lotti contaminati sono stati ritirati dal mercato. Le autorità hanno specificato che il problema riguarda solamente i bambini e non gli adulti e che non si tratta di farmaci commerciali ma di preparati in farmacia.

Secondo i media spagnoli, dopo la diagnosi, ai bambini è stato immediatamente sospeso il farmaco e la crescita di peluria pare abbia subito una regressione spontanea. E’ presumibile che dopo una attenta disintossicazione possano tornare tutti in salute.

Fonte: El Pais