Spagna, bimbo scomparso trovato morto nel bagagliaio dell’auto di famiglia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 marzo 2018 14:36 | Ultimo aggiornamento: 12 marzo 2018 14:36
Spagna, bimbo scomparso trovato morto nel bagagliaio dell'auto di famiglia

Spagna, bimbo scomparso trovato morto nel bagagliaio dell’auto di famiglia

MADRID – Un bimbo è stato trovato morto nel bagagliaio dell’auto che appartiene alla compagna del padre.  Gabriel Cruz, 8 anni appena, era scomparso da 12 giorni dal piccolo paese di Almeria, in Spagna, e da allora in centinaia tra agenti e volontari lo stavano cercando.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

Una vera e propria mobilitazione a caccia del bimbo, a cui hanno dato il loro sostegno anche il premier Rajoy e il ministro dell’Interno spagnolo. Decine di inviati di tv e quotidiani sono così arrivati nel piccolo paese di Las Hortichuelas, ma di Gabriel non c’era traccia.

Poi la mattina del 12 marzo la tragica scoperta da parte della guardia civil. Gli agenti hanno aperto il bagagliaio dell’auto utilizzato dalla compagna del padre, Ana Julia Quezada, e hanno trovato il corpo senza vita di Gabriel. La donna, 35 anni e di origini dominicane, aveva partecipato alle ricerche da quando il piccolo lo scorso 27 febbraio era scomparso. Nonostante il ritrovamento, per cui è stata arrestata, la Quezada si è professata innocente: “Non sono stata io, voglio bene a Gabriel, non ho preso l’auto questa mattina”.

I sospetti però si erano già concentrati su Ana Julia qualche giorno fa, quando durante le ricerche aveva trovato una maglietta bianca del bimbo vicino a un depuratore. Un ritrovamento avvenuto in un luogo che era già stato ispezionato da altre persone e che ha fatto pensare che proprio la donna avesse portato lì l’indumento successivamente. Al momento non è chiaro se la donna abbia ucciso il bimbo da sola o abbia avuto complici, né il movente di questo tragico omicidio.