Spagna: accusa chiede esplulsione per l’uomo che tirò la scarpa a Erdogan

Pubblicato il 19 Marzo 2010 16:11 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 16:11

Recep Tayyip Erdogan

La procura di Siviglia ha chiesto tre anni e otto mesi di carcere da commutarsi in espulsione dalla Spagna per il cittadino curdo che lo scorso 22 febbraio tirò una scarpa al premier turco Recip Erdogan all’uscita del comune della capitale andalusa. Lo rende noto ‘edizione on line del quotidiano El Mundo.

Per la Procura l’uomo è autore dei  reati di “attentato contro l’autorità” e “resistenza grave” agli agenti della polizia. Nonostante questo, però, il Pm ha chiesto di “sostituire la pena di prigione con quella di espulsione dal territorio nazionale”.

Quella sera, Hokman Joma si era avvicinato alla sede del  Comune e, all’uscita del premier, si era tolto una scarpa lanciandogliela contro, senza colpirlo, al grido di “viva il Kurdistan” e urlando “criminale” e “assassino”. Il gip aveva negato lo scorso 3 marzo la richiesta di libertà provvisoria chiesta da Joma per la “gravità” dei fatti.