La Spagna resta a terra: Iberia cancella tutti i voli. Dichiarato lo “stato d’allerta”

Pubblicato il 4 Dicembre 2010 11:20 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2010 12:50

Stato d’allerta per il più grande sciopero dai tempi del franchismo in Spagna: la compagnia aerea spagnola Iberia ha cancellato tutti i voli previsti fino alle 6 di domani mattina. La decisione è stata presa in seguito allo sciopero indetto ieri sera dai controllori di volo in Spagna e che ha paralizzato il traffico aereo nel Paese.

Migliaia di passeggeri hanno passato la notte negli aeroporti, in particolare a Madrid Barajas, scalo internazionale della capitale dove è comunque atterrato qualche volo intercontinentale.Le autorità hanno inoltre minacciato di arrestare i controllori di volo che non si presenteranno sul posto di lavoro. Lo sciopero è frutto di un duro braccio di ferro con il governo principalmente sugli orari di lavoro.

II controllori quindi sono precettati con lo stato d’emegenza: se non lavorano, dovranno comparire davanti alla Corte Marziale, per delitto di disobbedienza previsto dal codice militare. Il decreto, annunciato il vicepremier Alfredo Rubalcaba, sarà pubblicato presto.