Spagna, infanta Cristina: accusa di frode e riciclaggio, rischia 6 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 gennaio 2014 12:15 | Ultimo aggiornamento: 7 gennaio 2014 12:15
Spagna, infanta Cristina: accusa di frode e riciclaggio, rischia 6 anni

Spagna, infanta Cristina: accusa di frode e riciclaggio, rischia 6 anni (Foto Ansa)

MADRID – L‘infanta Cristina di Borbone, primogenita del re Juan Carlos, rischia 6 anni di carcere per l’accusa di frode fiscale e riciclaggio. Il giudice  Jose Castro del Tribunale di Palma de Mallorca ha citato in giudizio la figlia del re Juan Carlos e moglie di Inaki Urdangarin, coinvolto nel caso Noos e accusato di corruzione. Cristina di Borbone è stata chiamata a dichiarare in tribunale il prossimo 8 marzo.

Il giudice Jose Castro, titolare del caso Noos, già nell’aprile scorso aveva indagato Cristina di Borbone, primo membro della famiglia reale a finire sotto inchiesta, ravvisando indizi di concorso in corruzione nell’inchiesta in cui è coinvolto il marito, Inaki Urdangarin. Tuttavia il tribunale superiore di Maiorca, l’Audiencia Nacional, sospese l’accusa per insufficienza di prove.

La nuova accusa riguarda i reati di frode fiscale e riciclaggio. In un provvedimento di 227 pagine, citato dai media, il giudice Castro convoca la duchessa di Palma alle 10 del mattino del prossimo 8 marzo. L’inchiesta ipotizza malversazione e appropriazione indebita di circa 5,8 milioni di fondi pubblici concessi alla Fondazione Noos, per la promozione dello sport e di eventi sportivi, presieduta dal marito dell’infanta Cristina, l’ex campione olimpionico di pallamano Inaki Urdangarin, principale indagato con il socio Diego Torres. 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other