Spagna, bimbo nel pozzo: la roccia blocca la trivella a otto metri da Julen

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2019 10:44 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2019 10:45
Spagna, bimbo nel pozzo: la roccia blocca la trivella a otto metri da Julen

Spagna, bimbo nel pozzo: la roccia blocca la trivella a otto metri da Julen

ROMA – Saranno necessarie ancora almeno 24 ore ai soccorritori che lavorano senza sosta in Spagna per raggiungere il bambino di 2 anni, Julen, caduto in un pozzo vicino a Malaga il 13 gennaio scorso. Lo hanno detto i responsabili delle operazioni, citate dal quotidiano El Pais.

La perforazione di un pozzo parallelo a quella naturale, cominciata sabato, è stata ritardata dalla natura rocciosa del terreno. Fino ad ora è stata raggiunta una profondità di 52 metri, rispetto ai 60 che sono necessari per poi scavare un tunnel per arrivare al punto dove si pensa che Julen si possa trovare.

Le autorità affermano che la trivella usata per creare un corridoio parallelo al foro dove è caduto il piccolo ha colpito un tratto roccioso. Gli adulti non riescono ad infilarsi nel pozzo che ha solo 25 centimetri di diametro ed è profondo 110 metri e i macchinari sono stati bloccati dal suolo troppo duro e da una formazione rocciosa a due terzi della discesa. Finora nessun contatto vocale è stato stabilito con Julen. L’unico segnale della sua presenza, riferiscono i soccorritori, sono alcuni capelli trovati nel pozzo che combaciano con il suo dna.